LA CANNABIS

La Cannabis (Linnaeus, 1753) o canapa è un genere di piante angiosperme della famiglia delle Cannabaceae. In passato la coltivazione agricola della canapa era molto diffusa nelle zone medio-europee, per la sua facilità a crescere anche su terreni difficili da coltivare con altre specie di piante (terreni sabbiosi e zone paludose nelle pianure dei fiumi), e per la grande quantità di prodotti che se ne ricavavano: soprattutto fibre tessili, carta e corde dai fusti, olio dalla spremitura dei semi, e mangime e altri prodotti commestibili per il bestiame produttivo dalle foglie e dai semi.

La classificazione della Cannabis risale al 1753 grazie al botanico svedese Carl Vonn Linne che la battezzò con il nome ufficiale di “Cannabis Sativa Linneaus”. Da allora tutte le varietà di Cannabis vennero raggruppate sotto questo genere, almeno fino al 1785, quando un altro biologo,questa volta il francese Lamarck separò il genere della Cannabis in due Specie : INDICA e SATIVA . Difatti egli aveva individuato che le varietà provenienti dal subcontinente indiano presentavano delle sostanziali differenze con quelle Europee, e quindi conio il termine INDICA per raggruppare tutte le tipologie di Cannabis Indiana.

Al giorno d’oggi è ampiamente diffusa l’idea che esistano due Specie diverse (Indica e Sativa) , ed inoltre l’incrocio tra queste due tipologie di Cannabis ha portato alla formazione di ibridi che presentano caratteristiche uniche e peculiari.
Sostanzialmente le differenze tra le due specie si manifestano sotto diversi aspetti :

La varietà Indica è originaria di Zone più fredde, asciutte e montuose, come il Nepal, l’India e altre parti del subcontinente indiano

La Sativa predilige le zone calde e tropicali e cresce spontaneamente in Thailandia, Vietnam, Colombia, Messico e in alcune zone del continente africano

Riguardo la conformazione l’Indica risulta essere una pianta più bassa (generalmente fino ai 2/3metri) e ramificata con foglie decisamente più larghe con un periodi di fioritura di 45-60 giorni. La Sativa invece risulta essere una pianta alta (fino ai 5 metri), con rami allungati e foglie strette e con un periodo di fioritura più lungo tra i 60 e i 110 giorni.

Riguardo gli effetti l’Indica risulta essere piu rilassante sia a livello celebrale che muscolare e ad aumentare l’introspezione. La Sativa invece è Ravvivante ed energizzante con un notevole incremento della creatività.

REGULAR FEMINIZED E RUDERALIS

Questo ceppo è stato descritto e classificato per la prima volta nel 1924 dal botanico russo D.E. Janischevsky attraverso studi effettuati su varietà spontanee cresciute nel centro della Russia. Si accorse infatti che presentavano alcune differenze dalle piante diffuse in Asia e in Europa.

La Ruderalis si può morfologicamente distinguere dalla bassa statura e dalla presenza di piccole foglie.

I botanici l’hanno denominata “ruderalis” (dalla parola “ruderal” significa “qualcosa che cresce su un terreno di scarto”) per classificarla come un tipo di pianta di cannabis con una natura infestante, che è sfuggita alla coltivazione umana adattandosi agli ambienti estremi che si trovano in questi climi.

La ruderalis viene spesso descritta come il terzo tipo di cannabis insieme alla Cannabis sativa e Cannabis indica, anche se i botanici non sono sicuri che si qualifichi come una specie a sé stante. Geneticamente, la Cannabis ruderalis si trova tra le varietà indica e sativa.

Per comodità definiremo Autofiorenti le piante ibridate con un ceppo di Ruderalis, e che quindi hanno un ciclo di vita che puo’ variare dai 60 ai 90 giorni a seconda della genetica.

Invece definiremo Regolari le piante che non essendo ibridate con un ceppo di Ruderalis hanno bisogno del cambiamento di ore di luce per andare in fioritura (dipendenti dal fotoperiodo).

TECNICHE COLTIVAZIONE OUTDOOR

Le cose più importanti da considerare per una perfetta riuscita di una coltivazione indoor sono :

  • Temperarature mai inferiore ai 12°C e possibilmente non superiore di 30-35°C (alcune piante come le Sativa resistono meglio al calore )
  • Almeno 6–8 ore di luce solare diretta ogni giorno, anche se l’ideale sarebbero 10-12 per quanto riguarda le Regolari, mentre per le auto fiorenti almeno una 10ina di ore di luce diretta
  • Attenzione a proteggere le piante da piogge torrenziali e ondate di calore
  • Evitare di irrigare troppo o troppo poco (specialmente nelle stagioni estive). L’ideale è Irrigare quando i primi 5cm di terriccio sono diventati secchi. Eccessi di acqua potrebbero portare a problemi radicali e indebolimento della pianta
  • Prevenzione di parassiti attraverso tecniche naturali ( come la consociazione con altre piante ) o prodotti come l’olio di Neem
  • Di tanto in tanto, analizzate il vostro terreno per assicurarvi che rimanga entro un intervallo di pH compreso tra 6,0 e 7,0 (l’intervallo ottimale per l’assorbimento delle sostanze nutritive).

Infatti il substrato costituisce una variabile fondamentale per una perfetta riuscita della coltivazione. Outdoor si può coltivare sia in vaso che direttamente in terra.
Riguardo le coltivazioni in terra particolare premura deve essere posta nella protezione della pianta da animali e sguardi indiscreti. Invece per le coltivazioni in vaso si consiglia un vaso di almeno 25 Litri per le Regolari e di 11 litri per le Autofiorenti

Questo terriccio è composto dai migliori tipi di torba. L’aggiunta di diversi tipi di fibra e di perlite (anche chiamata agriperlite) consente di raggiungere un livello di areosità e un contenuto di ossigeno adatto alla coltivazione indoor e outdoor per la maggior parte delle piante.

Il Vermicompost biologico Plagron presente in abbondanza garantisce una qualità elevata di vita biologica e consente di migliorare ulteriormente la capacità idrica. Le sostanze nutritive presenti in Plagron Growmix 50L sono costituite da una miscela bilanciata di fertilizzanti organici, sufficenti a soddisfare il fabbisogno della piante nelle prime 3 settimane

Vantaggi :

  • Torba della migiore qualità per una struttura leggera del terreno
  • Substrato pre-fertilizzato per 3 settimane
  • Piena libertà di scelta da parte del coltivatore sul tipo di fertilizzante per la fase di fioritura
  • 1,8kg/m3 di fertilizzanti minerali NPK: 12-14-24

Ingredienti del terriccio Plagron Growmix: Torba bianca, torba nera, tobra fibrosa, perlite, vermicompost, fertilizzanti

CICLO DI VITA DELLA CANNABIS

La Cannabis è una pianta botanicamente definita come annuale. Ciò significa che il suo intero ciclo di vita inizia e finisce in un arco di tempo non superiore all’anno. In generale, la maggior parte delle varietà di Cannabis completano il proprio ciclo di vita, dalla semina al raccolto, in tempi che possono oscillare tra i 3 e i 10 mesi.

Il ciclo di vita di una pianta di Cannabis è costituito da:

  • Germinazione
  • Piantino
  • Fase di crescita vegetativa
  • Fase di fioritura
  • Raccolto

La Cannabis Regolare è una pianta sensibile al fotoperiodo, ciò vuol dire che cambia il suo ciclo di crescita e fioritura in relazione alle ora di luce e di buio. Durante il periodo primaverile  le giornate sono molto lunghe, la cannabis vegeta a grande velocità aumentando notevolmente le proprie dimensioni.

Tra  Marzo e Aprile e è il periodo giusto giusto per procedere con la germinazione. Piantare in Primavera può porare a ottenere piante talvolta superiori ai 3 metri. Per cui se non si vuole dare troppo nell’occhio si consiglia di iniziare a coltivare verso Maggio,ottenendo comunque ottimi risultati

Le piante inizieranno il periodo di fioritura  a fiorire quando le giornate inizieranno ad accorciarsi, dopo il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate fino ad arrivare. Entro  tre mesi, all’equinozio d’autunno  tutte le piante di cannabis entreranno in fioritura e giungeranno a maturazione dopo 45-100 giorni a seconda della genetica utilizzata.

Le piante Auto fiorenti invece hanno un ciclo di vita che non dipende dal Fotoperiodo per cui con le nostre ore di Luce l’ideale è verso inizio Maggio in modo da utilizzare i mesi con più sole.

GLI ELEMENTI

Come ogni organismo anche la Cannabis necessita di determinati  “elementi essenziali” o “minerali essenziali“. Detti composti inorganici svolgono svariati compiti e, poiché nessun organismo vivente è in grado di sintetizzare autonomamente alcun minerale, essi devono necessariamente essere introdotti attraverso una corretta fertilizzazione che li contenga nelle giuste quantità, altrimenti una loro carenza (o eccesso) potrebbe determinare danni, anche gravi, all’organismo.

I principali elementi minerali utilizzati nella coltivazione della Cannabis  sono l’azoto, il fosforo, il potassio, il magnesio, il calcio e lo zolfo.

  • Azoto : fondamentale nella fase di crescita, è direttamente coinvolto nello sviluppo della materia vegetale, dando luogo a una struttura robusta, ben formata e con una massa fogliare vigorosa, il che si traduce in una pianta sana, traboccante di energia e pronta a produrre un raccolto con ottime rese.
  • Fosforo (P): si tratta di un elemento fondamentale per lo sviluppo delle radici, dei fiori e delle cime.
  • Potassio (K): in associazione con il fosforo, promuove lo sviluppo delle radici e, insieme all’azoto, ripercuote sui fiori e sulle parti verdi della pianta, migliorando anche la sua resistenza alle malattie causate dai funghi e le gelate.
  • Magnesio (Mg): agisce efficacemente sulla produzione di clorofilla, elemento fondamentale per la fotosintesi e, di conseguenza, per lo sviluppo generale della pianta.
  • Calcio (Ca): aiuta a regolare il pH della terra e contribuisce al corretto sviluppo delle radici.
  • Zolfo (S): promuove in modo attivo la crescita di diversi organi della struttura della pianta.

Gli elementi minori necessari: ferro, zinco, manganese, boro e molibdeno.

  • Ferro (Fe): stimola la produzione di clorofilla e consente il fissaggio del colore verde nella massa fogliare.
  • Zinco (Zn): è coinvolto nella produzione degli ormoni responsabili del vigore delle cime.
  • Manganese (Mn): svolge un ruolo fondamentale nella moltiplicazione cellulare e facilita l’assimilazione dei nitrati.
  • Boro (B): favorisce la ritenzione d’acqua, necessaria per le cellule.
  • Molibdeno (Mo): favorisce l’assimilazione dei nitrati.

PRODOTTI CONSIGLIATI

Power Roots della Plagron è un potente stimolatore di radici che garantisce un’ottima resa della pianta. Questo stimolatore va utilizzato per la fase di crescita e anche per le prime settimane della fase di fioritura. Power Roots fortifica l’apparato radicale della pianta aumentando le difese naturali e agendo in modo rapido ed economico.

          Vantaggi:

  • Rapido sviluppo dell’apparato radicale
  •  Favorisce una crescita sana irrobustendo la pianta
  • Stimola l’assorbimento delle sostanze nutritive
  •  Migliora la struttura del terreno
  •  Adatto a qualsiasi sistema di irrigazione

Modalità d’uso
Diluire 1ml di Power Roots in 1 litro d’acqua (1:1000). Utilizza questa soluzione nutritiva ad ogni irrigazione fino alla terza settimana di fioritura

Il Vita Race è uno spray al ferro per la fase di crescita e fioritura Vita Race di Plagron, nuova versione del vecchio Phyt-Amin, è un fertilizzante organico al 100% che deve essere somministrato per via fogliare, ovvero nebulizzato sulle foglie della pianta. Funziona come uno stimolatore di crescita perchè stimola la crescita di foglie, rendendo le piante più vigorose, e in minor tempo: piante sane pronte prima. Ha inoltre una funzione antistress in caso di siccità, agenti patogeni come funghi, muffe e parassiti. L’apporto di ormoni naturali, necessari in fase di crescita come in quella di fioritura, è un aspetto della coltivazione che viene spesso trascurato. Vita Race è un prodotto a base di aminoacidi, ormoni della crescita e della fioritura di origine naturale, microelementi, oligoelementi.

Vantaggi:

  • Stimola la produzione di clorofilla
  • Stimola e accellera la crescita della pianta e la fioritura
  • Aumenta la resistenza

Modi d’uso
Diluire al massimo 5ml di Vita Race in 1 lt d’acqua. Annaffia le piante ogni settimana con questa soluzione nutritiva fino alla terza settimana della fase di fioritura

Pure Enzym della Plagron è un ammendante a base di enzimi naturali che assicura una rapida decomposizione delle parti morte della pianta liberando delle sostanze nutritive in grado di stimolare l’attività biotica del terreno. Attraverso vari processi accellera l’assorbimento dei nutrienti ed è grado di diminuire le probabilità di malattie infettive.

Vantaggi:

  • Protegge contro l’accumulo di sali dannosi
  • Aumenta la capacità di assorbimento dell’ossigeno
  • Assorbe rapidamente quei fattori nutritivi favorendo la crescita e la fioritura
  • Riduce la probabilità di malattie infettive

Modi d’uso:
Diluire non più di 1 ml di Pure Enzym Plagron in 1 litro d’acqua.Utilizza questa soluzione nutritiva per tutta la durata della crescita

Plagron Terra Grow è un fertilizzante studiato per sviluppare la crescita delle piante. Una crescita bilanciata, infatti, è alla base di un’eccellente fioritura. Terra Grow è ideale per tutti i tipi di substrato e può essere utilizzato in associazione con altri fertilizzanti liquidi e additivi

Caratteristiche principali:

  • Rapidamente assorbibile
  • Oligoelementi in forma chelata altamente efficaci per un ottima prestazione
  • Combatte eventuali deficienze, malattie e stress
  • Garantisce produzione ottimale dei frutti e ne migliorano il sapore
  • Per un’abbondante fruttificazione e una struttura robusta
  • Utilizzabile in tutti i tipi di terreno
  • Adatto per tutti i sistemi di irrigazione
  • Ideale per le piante madri

Modi d’uso

Questo fertilizzante – per poter dare il risultato migliore – deve essere utilizzato nella seguente proporzione: 2,5-5 ml per litro d’acqua per tutto il periodo di vegetativa

Composizione del Fertilizzante Plagron Terra Grow: Azoto, anidride dell’acidzinco, o fosforico, ossido di potassio, magnesio, manganese, molibdeno, rame e boro.

Terra Bloom della Plagron è il componente di fioritura della linea di prodotti della Plagron di origine minerale. Realizzati con materie prime pure e sali minerali purificati, apporta grandi quantità di fosforo e potassio garantendo fioriture esplosive e abbondanti, nel rispetto della salute del consumatore, rispettano gli usuali standard di qualità che hanno da sempre contraddistinto la produzione di questa seria casa di produzione olandese.

 Caratteristiche

  • Diminuisce il rischio di perdita delle piante
  • Aumenta la resa.
  • Ne basta poco, data la sua elevata concentrazione.
  • Privo disostanze zavorra, riduce i depositi nei vasi/nelle vasche della soluzione nutritiva.
  • A base di “food grade” biominerali.
  • Direttamente assimilabile.

         Modi d’uso:

  • Adatto a tutti i tipi di terriccio.
  • Adatto a tutti isistemi di irrigazione.
  • 5 ml Terra Bloom® per litro di acqua (1:200).
  • Applicare a ogni irrigazione

Green Sensation è un fertilizzante a base di composti organici a base di fosforo e potassio. Stimolatore della fioritura per una resa più alta e un sapore migliore. Green Sensation contiene quattro prodotti in un’unica formula. Infatti Green Sensation è un potente booster che garantisce alti rendimenti. È stato sviluppato appositamente per le ultime 4/6 settimane della fase di fioritura. Grazie alla composizione ben equilibrata Green Sensation fornisce tutti i nutrienti di cui necessita la pianta in questo periodo. Assicura fioriture abbondanti, rinforza e irrobustisce i tessuti vegetali garantendo un ottimo sapore al raccolto.

Vantaggi  Green Sensation:

  • Aumenta le rese garantendo il massimo rendimento
  • Esalta il sapore del prodotto grazie alla maggiore concentrazione di zuccheri.
  • Può essere utilizzato con tutti i tipi di substrato.

Per risultati migliori abbinare con Sugar Royal 

Modi d’uso :
Diluire 1 ml di Green Sensation in 1 Litro di acqua (1:1000). Utilizza questa soluzione nutritiva in tutte le irrigazioni nelle ultime 4-6 settimane della fase di fioritura

Sugar Royal della Plagron è un potente stimolatore organico a base di aminoacidi. Esso aumenta la produzione di clorofilla incrementando a produzione di resina e cristalli.

Alcuni degli amminoacidi presenti, nelle ultime settimane della fase di fioritura, hanno lo stesso effetto dello stress da siccità. Durante tale stress la pianta accelera la propria maturazione e si protegge dall’essicazione producendo maggiore resina e cristalli.

 

Modi di uso:
Diluire al massimo 2 ml di Sugar Royal in 1 Litro di acqua (1:500) e innaffiare settimanalmente con questa soluzione nutritiva durante la fase di fioritura.

Hide Preloader
X
0

Your Cart